Google Panda. Ecco come Searchmetrics ha costruito la classifica dei siti in Italia

Se lo stanno chiedendo in molti (e qualche commento ne ha anche fatto cenno). Come è stata costruita la classifica pubblicata qui? In effetti Searchmetric, la società di consulenza Internet che ha dato indicazioni concrete su quello che è stato l’effetto-Panda sulla geografia dei siti italiani, non misura il numero di visitatori per la costruzione delle classifiche.La tabella è un mix di vincitori e perdenti assoluti e percentuali. Una grande realtà come Wikipedia finirebbe sempre in cima nel caso di numeri assoluti per il semplice motivo che molto spesso finisce in cima alle ricerche. Per questo il mix tra assoluto e relativo. Questo mix fa anche si che non si possa parlare di numeri uno nella lista dei vincenti o in quella dei perdenti. Però la perdite percentuali mostrano chi ha perso davvero tanto.

Anche il metodo di valutazione di Searchmetrics funziona grazie a un algoritmo che scandaglia circa 50 milioni di domini in tutto il mondo e 28 milioni di parole chiave. Ogni mese. Per capire quali sono le evoluzioni nella rete e come si sta ridefinendo la geografia di Internet. Per chi vuole approfondire consiglio la lettura di questo interessante articolo sul Searchmetrics (qui).

Certo è che dopo Panda la vita di molti blogger e di molti webmaster sarà più complicata. Anche per chi segue rigorosamente le direttive di Google capire quali sono i siti di bassa qualità rimane un vero rompicapo. Per ora l’impressione è che siano stati favoriti i grandi brand della rete, nomi come Youtube, Facebook, Wikipedia. E grandi gruppi dell’economia come Bmw o Sky che si ritrovano avvantaggiati dal nuovo update. Mentre in fondo alla lista dei perdenti oltre agli aggregatori di contenuti copiati da più fonti ci sono anche  i tanti blogger o i siti medio grandi senza le spalle coperte da un grande marchio della rete che hanno purtroppo perso gran parte della loro visibilità.

Nei prossimi articoli approfondiremo i metodi per essere rivalutati da Panda e mostreremo i casi reali di siti e blog che dopo settimane di penalizzazione sono riusciti a riavere tutto i traffico pre-panda.

Lascia un commento